Cosa c’è dietro un ‘Prima e Dopo Curvy’?

Nell’ultimo paio di mesi mi sono occupata di un progetto che desideravo da tempo realizzare e che finalmente ha visto la luce (e per la cui realizzazione mi sono avvalsa di preziose collaborazioni, di cui vi parlerò più avanti).

Ho avuto il piacere di occuparmi del cambio look, documentandolo fotograficamente, di QUATTRO DONNE molto diverse per età, carattere e stile di vita, ma tutte rigorosamente di taglia 46 +

Cosa c’è di così interessante? Perché ci tenevo tanto? Dov’è la novità, visto che di cambi look se ne vedono già tanti in giro, su tv, giornali, ecc ? Vero, ma spesso sono cambi look realizzati per la gratificazione dello stylist di turno o per valorizzare la merce del negozio o del brand ospitante, e dove la persona oggetto del cambio immagine ha spesso poca voce in capitolo (mentre per me è fondamentale osservare e ascoltare come si sente, cosa desidera o cosa non vuole!).

Quando ho pensato a questo progetto, avevo un obiettivo: far capire a tutte le donne, ed in particolare a quelle che combattono con la taglia o che hanno una cattiva percezione di sé per via del peso, che non è giusto rinunciare o rimandare il momento per valorizzarsi, vedersi e sentirsi più belle. Per certe donne il momento giusto non arriva MAI, mentre la verità è che il momento giusto è ORA.

stefania fornoni personal stylist per donne curvy

stefania fornoni personal stylist per il progetto Prima e Dopo ‘Curvy’

E’ stato così anche per alcune delle 4 donne (taglia 46/48/50) che si sono lasciate fotografare. Pur con entusiasmo e grande curiosità nei confronti di questa mia iniziativa, non celavano, specialmente nei primi incontri preparatori allo shooting, una certa apprensione e disagio (paura di guardarsi, timore di esporsi, ansia da giudizi…). E che invece il giorno del servizio fotografico hanno visto con emozione e sorpresa di poter essere così belle, di poter indossare certi capi che non pensavano possibili, di sentirsi a proprio agio, di vedersi cosi diverse e comunque sé stesse, in pochi minuti… Io le vedevo splendide come delle dive, ed il loro sorriso, la loro gioia, la loro bellezza sincera, sono stati la mia gratificazione maggiore!

Certamente c’è un lavoro preparatorio, perché per valorizzare bisogna prima saper osservare: la forma corporea, le proporzioni, la statura, i punti in cui si localizza di più il sovrappeso. E in conseguenza di ciò decidere dove fare camouflage, dove portare l’attenzione, come usare i colori e gli accessori, su quali capi puntare, quali errori comuni evitare. Non meno importante è individuare uno ‘stile’ , ovvero la combinazione di capi e accessori in linea con il carattere e con ciò che la persona vuole esprimere.

Insomma, il mio lavoro di consulente di immagine e personal stylist è quello che mi permette di dare tutte queste risposte alle mie clienti (e molto altro ancora!), ed è per questo che sentivo indispensabile realizzare questo progetto di ‘Prima&Dopo per le taglie Curvy’: per visualizzare la bellezza che c’è in ogni donna (a prescindere da peso, età, tipo di viso, carattere).

Nella realizzazione di questo progetto ‘Prima & Dopo per le taglie Curvy’ che pubblicherò nelle prossime settimane, mi sono avvalsa della preziosissima collaborazione di professionisti e aziende prestigiosi, che ringrazio ancora per la disponibilità dimostrata:

- per l’hairstyle ed il trucco: Compagnia della Bellezza di via Cavallotti a Milano

- per le foto: Larissa Pashchenko, photographer Milano

- per gli abiti: Persona by Marina Rinaldi di corso Buenos Aires 1 a Milano

E infine un ringraziamento ed un abbraccio fortissimo a Maria, Claudia, Ilaria e Sara, le mie quattro fantastiche donne che si sono messe a disposizione con grande entusiasmo e affetto per aiutarmi a realizzare al meglio questo bellissimo servizio.

Restate sintonizzati, nelle prossime settimane pubblicherò gli articoli relativi al cambio look delle mie modelle ‘Curvy’ !!

SE TI E’ PIACIUTO IL MIO ARTICOLO LO PUOI CONDIVIDERE! CLICCA SUI TASTI QUI SOTTO PER CONDIVIDERLO SUI TUOI SOCIAL PREFERITI !

Comments are closed.