A scuola come al mare? Non è (solo) colpa loro

Arriva il caldo e cambia l’abbigliamento. Anche quello degli studenti. Così arriva puntuale l’annosa questione di come ci si debba vestire a scuola. L’elenco degli istituti italiani che in questi anni si sono confrontati con il tema del dress code e dell’abbigliamento inappropriato è davvero lungo.

Caso recente quello dell’Istituto Leonardo da Vinci di Milano, dove la preside Concetta Pragliola ha già fatto pervenire una circolare alle famiglie sull’argomento. Mentre all’Istituto Comprensivo Statale Centro Storico Moncalieri la preside Valeria Fantino, a sua volta esasperata per canotte, shorts, minigonne, trucco pesante, mutande a vista, in particolare tra i ragazzi delle scuole medie, emanerà un regolamento scritto che dovrà a breve entrare in vigore, e che riguarderà diverse centinaia di studenti ed il loro guardaroba.

Se liberati dalle divise scolastiche infatti, i ragazzi tendono a… (LEGGI L’ARTICOLO INTEGRALE CHE STEFANIA FORNONI HA SCRITTO PER ALLEY OOP IL SOLE 24 ORE)

debora-cardenas-500580-unsplash-768x512

 

Comments are closed.